Manchester, il barbone “eroe” condannato a 4 anni e tre mesi: rubò alle vittime dell'attentato

Martedì 30 Gennaio 2018
2

Condanna esemplare per il barbone finto eroe di Manchester. È stato condannato a 4 anni e tre mesi di carcere Chris Parker, il senzatetto acclamato inizialmente come «eroe», ma rivelatosi poi uno sciacallo per il suo comportamento sulla scena del sanguinoso attentato suicida compiuto a maggio alla Manchester Arena al termine di un concerto di Ariana Grande. Il processo si è chiuso di fronte alla Manchester Crown Court, dopo che lo stesso Parker s'era riconosciuto colpevole il 3 gennaio. E la sentenza è stata dura.
 

 

Il senzatetto, 33 anni, aveva avuto il suo momento di celebrità subito dopo quell'attentato - messo a segno da un giovane militante islamico radicale di origine libica, figlio di rifugiati politici anti Gheddafi - quando erano comparse sui giornali immagini che lo mostravano intento a confortare e soccorrere alcuni feriti stesi per terra. Senonché altre immagini, raccolte dalla polizia, l'avevano poi inchiodato nell'atto di rubare alle vittime una borsetta e uno smartphone. Di qui l'arresto, dopo una breve fuga nello Yorkshire, il processo e oggi, infine, la condanna esemplare.

Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio, 14:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare e lavorare, vita da nomade digitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma