«Sushi schifoso»: guerra legale tra lo chef della tv e Stecca

«Sushi schifoso»: guerra legale tra lo chef della tv e Stecca
di Marco Aldighieri
2 Minuti di Lettura
Martedì 29 Agosto 2017, 11:53

PADOVA - L'attacco dello chef televisivo Simone Rugiati alla pizzeria Stecca è destinato a finire in Procura. Il cuoco di 36 anni, giovedì sera, insieme a una donna si è recato in incognito nel locale e ha ordinato pesce crudo. Terminata la cena, piuttosto veloce perché a suo dire non ha mangiato quasi nulla, è uscito dalla pizzeria e ha prodotto un video dove ha demolito il ristorante e i suoi piatti di sushi. Filmato che ha pubblicato anche nel suo profilo Facebook. Il titolare dello storico locale di via Giordano Bruno, Massimiliano Liggieri, non l'ha presa bene e ha ingaggiato l'avvocato Massimo Munari. Il legale, probabilmente nella giornata di mercoledì, presenterà una denuncia in Procura per diffamazione contro lo chef Rugiati. In un secondo momento potrebbe esserci anche il sequestro del video incriminato.  
 



E se il cuoco televisivo, leggermente intollerante al liquido di conservazione della polpa di granchio in scatola, non ha mai parlato di pesce avariato, è pure vero che il suo filmato visto e linkato da migliaia di utenti delle rete ha distrutto l'immagine della pizzeria Stecca. Il proprietario della pizzeria il giorno dopo ha ribattuto: «Non corrispondono assolutamente al vero le affermazioni rese da Simone Rugiati. Infatti lui stesso nel video dichiara di non avere nemmeno assaggiato il piatto preciso, che nel mio ristorante Sushi su i roll sono preparati con pesce fresco e nel caso di specie era astice, non cibo in scatola. Peccato che non l'abbia potuto apprezzare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA