Scene da Banda Bassotti: scrive un piano per evadere dalla galera ma sbaglia indirizzo

Scene da Banda Bassotti: scrive un piano per evadere dalla galera ma sbaglia indirizzo
di Giampiero Valenza
1 Minuto di Lettura
Mercoledì 19 Dicembre 2018, 23:44 - Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre, 13:59

La Banda Bassotti, quella che alla fine veniva sempre sorpresa nelle sue malefatte da Topolino e dal commissario Basettoni, esiste. Il "boss" è Sean Damion Castorina, detenuto 43enne nel carcere di Graham, nel North Carolina, in galera per omicidio.

Non ce la fa più a stare dietro le sbarre e progetta la sua fuga. Lo fa nei minimi dettagli, proponendo ad alcuni amici (ex galeotti della stessa prigione, di 23 e 24 anni, ma ormai liberi) di poter far esplodere un muro. In una lettera scrive tutto: i due dovevano preparare una bomba artigianale o usare la dinamite per buttare giù il muro della prigione che dà a Sud. Il problema, però, è che Sean ha mandato la lettera all’indirizzo sbagliato. Un errore che gli è costato caro.
Infatti è arrivata a una cittadina di Graham (un perfetto Topolino, in questa storia) che, senza vedere il destinatario, per errore ha aperto la lettera e ha chiamato subito la polizia.

Sogni di gloria, dunque, totalmente svaniti per il detenuto.

Per lo sceriffo Terry Johnson (il commissario Basettoni) Castorina sarebbe un “anarchico” che non riconosce le leggi dello Stato e che sta pagando con 13 anni di prigione l’omicidio di un 84enne.

© RIPRODUZIONE RISERVATA