Run-Dmc, due arresti a 18 anni dall'omicidio di Jam Master Jay, uno dei rapper più influenti di tutti i tempi

Martedì 18 Agosto 2020
Jason
Si riapre un "cold case" che riguarda un gruppo che ha fatto la storia dell'hip-hop. Due arresti sono stati effettuati per l'omicidio a lungo irrisolto di Jam Master Jay, il Dj della popolare band rap americana Run-DMC, ucciso nel 2002 nel suo studio di registrazione a Queens, nello Stato di New York.

La svolta nelle indagini sul delitto di uno degli artisti hip hop più influenti di tutti i tempi, come spiega la Cnn, è arrivata dopo quasi 18 anni: per il delitto di Jam Master Jay, nato Jason Mizell, il procuratore degli Stati Uniti per il distretto orientale di New York ha deciso di incriminare Karl Jordan Jr. e Ronald Washington: i due
avrebbero cospirato per uccidere Jam Master Jay come rappresaglia per una questione di droga.

Live Aid, compie 35 anni il più grande concerto per solidarietà

In particolare, a quanto ricostruito, Jam Master Jay tra il 1996 e il 2002 sarebbe stato coinvolto in un traffico di cocaina, un'attività portata avanti parallelamente alla carriera musicale. 

Nel luglio 2002, il musicista avrebbe acquistato circa 10 chilogrammi di cocaina, che avrebbe dovuto essere distribuita da Washington, Jordan e altri. Ma avrebbe poi deciso di escludere Washington dall'affare. A quel punto, secondo l'accusa, Washington e Jordan hanno deciso di ucciderlo, e il 30 ottobre 2002 sono entrati
nello studio di registrazione armi alla mano e hanno fatto fuoco. A sparare il colpo fatale sarebbe stato Jordan, 36 anni, che ieri è stato arrestato. Washington, 56 anni, è in custodia federale e sarà accusato in un secondo momento, hanno detto i pubblici ministeri.

Il procuratore Seth D. DuCharme ha detto che le forze dell'ordine non hanno mai rinunciato a risolvere il cold case. «Era importante per noi allora e rimane estremamente importante per noi ora fare giustizia per
la vittima, la sua famiglia, gli amici e la comunità che si è preoccupata così tanto di quegli eventi», ha detto. Ultimo aggiornamento: 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA