COVID

New York, il sindaco De Blasio: «Possibile lockdown dopo Natale»

Martedì 15 Dicembre 2020
Covid, a New York Bill De Blasio annuncia un possibile lockdown: «Dobbiamo essere pronti»

New York verso il lockdown, e già dopo Natale. Lo ha detto il sindaco della città Bill De Blasio, che ha precisato che la serrata dovrebbe durare solo poche settimane per arginare i contagi da Covid. Così De Blasio ai microfoni di Nbs: «Potremmo aver bisogno di qualche forma di lockdown nelle prossime settimane.» Poi ha proseguito: «Dobbiamo ammettere che potrà accadere e dobbiamo essere pronti perché ora non possiamo permettere al virus di continuare a diffondersi, specialmente nel momento in cui finalmente abbiamo il vaccino». Le dichiarazioni del sindaco di New York arrivano proprio nel momento in cui si stanno stanno somministrando le prime dosi di vaccino anti Covid.

Covid, a New York prima dose di vaccino. Londra in zona rossa

 

Prime vaccinazioni a New York

Già nella giornata di ieri, infatti, le autorità sanitarie della città avevano dato inizio alla vaccinazione di massa della popolazione. Quella del Covid, secondo gli esperti, sarà la più grande campagna vaccinale negli Stati Uniti dai tempi della poliomielite, nel 1950. Dopo che ieri sera era stata vaccinata in diretta un'infermiera - la prima in assoluto in città - il governatore di New York Andrew Cuomo aveva dichiarato soddisfatto che il vaccino «è l'arma che ci farà vincere la guerra». Quella contro il coronavirus è una sfida che vinceremo presto, secondo Cuomo, ma «solo se tutti lo fanno. Tutti devono fare la loro parte».

I contagi

New York è stata l'epicentro principale del Paese durante la prima fase della pandemia, registrando oltre 35.000 morti. Come anche in Europa, l'estate aveva segnato un'inversione del trend, ma ora il Covid ha ripreso forza e ha costretto le autorità a introdurre nuovamente delle misure di contenimento. Per evitare che la curva dei contagi esca dal controllo della gestione sanitaria. Una tendenza che ora il vaccino potrebbe invertire, ma non nel breve termine: secondo gli esperti, infatti, tra febbraio e marzo potrebbero aver ricevuto il vaccino circa cento milioni di americani, ma la maggior parte della popolazione potrebbe dover attendere la prossima primavera o addirittura l'estate. Nel frattempo, a New York, si procede dando la precedenza ad anziani e medici, ossia le categorie più esposte Covid.

New York verso lockdown totale. Oggi la prima vaccinata: è un'infermiera della terapia intensiva

© RIPRODUZIONE RISERVATA