FRANCIA

Francia, laboratorio condannato per il suo farmaco "antifame": omicidio plurimo colposo e 2,7 milioni di multa

Lunedì 29 Marzo 2021
Francia, condannato laboratorio farmaceutico per il suo "antifame": omicidio plurimo colposo e 2,7 milioni di ammenda

Condanna per omicidio plurimo colposo e frode aggravata con un'ammenda di 2,7 milioni di euro per Servier ed il suo farmaco antifame Mediator. Finisce così uno dei processi più importanti in Francia contro il laboratorio farmaceutico accusato di essere responsabile della morte di 1500-2100 persone. 
 «Nonostante fossero a conoscenza dei rischi da molti anni - ha detto la presidente del tribunale, Sylvie Daunis - non hanno mai preso i provvedimenti necessari, ed hanno in conseguenza ingannato» i consumatori del Mediator. Il laboratorio non è stato invece riconosciuto colpevole di truffa.

 

 

 

 

Il mediator è un farmaco coadiuvante nella cura del biabete

 Commercializzato in Francia nel 1976 come farmaco coadiuvante nella cura del diabete, ma usato ovunque come antifame, il Mediator è stato prescritto a circa 5 milioni di persone durante i 33 anni in cui è rimasto in commercio, fino al suo ritiro nel novembre 2009. «I laboratori Servier, ha continuato la presidente del tribunale, «hanno minato la fiducia nel sistema sanitario». Jean-Philippe Seta, ex numero 2 del gruppo ed ex braccio destro del potentissimo Jacques Servier, morto nel 2014, è stato condannato a 4 anni di carcere con la condizionale. Condanna a 303.000 euro per «omicidi colposi provocati da negligenza» anche per l'Agenzia nazionale per la sicurezza del farmaco (ANSM), ritenuta responsabile di aver tardato a sospendere la commercializzazione del Mediator. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA