KAMALA HARRIS

Biden, inauguration day. Da Lady Gaga a JLo i vip arrivano a Capitol Hill: cosa vedremo

Mercoledì 20 Gennaio 2021
Biden, inauguration day. Da Lady Gaga a JLo i vip arrivano a Capitol Hill: cosa vedremo

L'inauguration Day di Joe Biden e Kamala Harris mobilita lo star system: l'inno nazionale sui gradini del Capitol affidato a Lady Gaga, Jennifer Lopez per l'intrattenimento musicale e in prima serata Tom Hanks in uno speciale tv di 90 minuti con Jon Bon Jovi, Demi Lovato, Justin Timberlake e Ant Clemons sono tra i momenti salienti di un 20 gennaio blindato dopo l'assalto degli ultrà trumpiani al Congresso. Non ci sarà pubblico, se non incollato al piccolo schermo. Le autorità di Washington hanno chiuso l'intero National Mall per motivi di sicurezza, mentre un «muro inviolabile» di oltre due metri è stato eretto attorno al Capitol. Mentre Biden, che avrebbe voluto arrivare a Washington in treno come aveva fatto per decenni quando era senatore, ha dovuto rinunciare.

Donald Trump pensa al lancio di un nuovo partito e concede la grazia all'italiano Tommaso Buti

Anche il «Boss» Bruce Springsteen, che nei mesi della campagna elettorale aveva appoggiato il futuro presidente nella campagna contro Donald Trump, unirà la sua voce a quella di altre celebrità nello special condotto da Tom Hanks. Con il cantante di «Born to Run» interverranno alle celebrazioni anche John Legend e i Foo Foo Fighters. Le attrici Eva Longoria e Kerry Washington avranno ruoli nel programma, ha reso noto oggi Presidential Inaugural Committee.

Il cartellone di 'serie À è lontano anni luce dal disastroso insediamento di Donald Trump che, per il «suo» 20 gennaio, non aveva trovato altro che Jon Voight, il coro del Tabernacolo Mormone, Big and Rich, e 3 Doors Down. Saltato il tradizionale tour della Casa Bianca con il predecessore, Biden si impegnerà a «preservare, proteggere e difendere la Costituzione» posando la mano su una monumentale Bibbia con la croce celtica passata di generazione in generazione nella sua famiglia dal 1893. Il futuro «46» l'ha usata già sette volte da senatore e altre due da vice-presidente. Amici di famiglia, il sacerdote gesuita Leo Donovan e il pastore metodista Silvester Beaman, apriranno e chiuderanno la cerimonia in cui tra l'altro Amanda Gorman, una 22enne poetessa e attivista di Los Angeles, leggerà una sua composizione.

Trump furioso

Donald Trump appare «particolarmente arrabbiato» per il fatto che per all'inaugurazione di Joe Biden parteciperanno celebrities della portata di Lady Gaga, Jennifer Lopez e Tom Hanks. Mentre, ricorda il Washington Post che rivela la notizia, attori e cantanti di primo piano snobbarono la sua cerimonia di insediamento, e poi qualsiasi evento pubblico dei suoi quattro anni di mandato. Da sempre protagonista del jet set e delle cronache mondane di New York, diventando il conduttore del reality show di successo 'The Apprenticè Trump ha poi spesso partecipato ed organizzato eventi pieni di star e celebrità. Per esempio per il suo matrimonio con Melana, nel 2005, avevano cantato Elton John e Billy Joel. Ma con la sua discesa in campo come campione della destra anti liberal ed anti immigrati, Hollywood ed i principali artisti americani hanno subito preso le distanze da lui e dalla sua presidenza. Ed ora, secondo la ricostruzione del Post sulla base di fonti informate, il programma pieno di celebrities dell'insediamento di Biden è un altro motivo della rabbia e delle recriminazioni - contro i collaboratori ingrati, contro il mondo del business che lui ha aiutato con le sue politiche, contro i membri del partito repubblicano - con cui Trump sta concludendo il suo mandato presidenziale. (Ses/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 19-GEN-21 15:22 NNNN

 

Ultimo aggiornamento: 19:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA