Coronavirus, Gentiloni: "I Paesi Ue insieme nell'affrontare la crisi o per tutti è il fallimento"

Sabato 4 Aprile 2020
(Teleborsa) - Il dilagare del Civid-19 è la crisi di tutti e i Paesi dell'Unione Europea devono affrontare insieme l'emergenza coronavirus, pena il fallimento generale. E' il pensiero del Commissario Ue per l'economia, Paolo Gentiloni, nel sottolineare, comunque, che la consapevolezza della necessità di solidarietà cresca ogni giorno, precisando: "E questo va bene".

"Come ha detto Angela Merkel - ha detto Gentiloni in un'intervista rilasciata al quotidiano tedesco Die Welt - questa crisi è la peggiore dalla seconda guerra mondiale. E questa volta non ci saranno né vincitori né vinti in Europa. Ecco perché la solidarietà è importante. Questo significa non solo il sostegno nella cura dei malati, ma anche solidarietà economica e strategica".

"Se non troviamo una risposta comune a questa crisi - ha aggiunto l'ex Presidente italiano del Consiglio - il progetto europeo è a rischio. Le forze anti-europee sfrutteranno la crisi a loro vantaggio, usando argomenti diversi in Italia e in Francia rispetto a Germania o Paesi Bassi. Ecco perché é così importante trovare una risposta comune a questa crisi. Gli Stati europei non hanno futuro da soli. Abbiamo bisogno dell'Europa, del mercato comune, della moneta comune e di tutto quello che abbiamo costruito negli ultimi decenni. In questa crisi dobbiamo anche salvare l'Ue". © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani