Bimba intrappolata nell'auto in fiamme: portiere bloccate, il papà fugge e la lascia morire

Lunedì 6 Maggio 2019 di Federica Macagnone
Bimba intrappolata nell'auto in fiamme: portiere bloccate, il papà fugge e la lascia morire

L’auto nella quale viaggiava si è trasformata in pochi attimi nella sua tomba arroventata. Non ha avuto via di scampo Zoey Pereira, una bimba di 3 anni rimasta intrappolata nella vettura guidata da suo padre e che in breve tempo ha preso fuoco su una strada del Queens, a New York. La tragedia è avvenuta poco prima delle 21 di domenica quando la piccola è rimasta bloccata in un’Audi A6 Sedan che aveva entrambe le portiere posteriori chiuse: la maniglia, tra l’altro, si è sciolta in poco tempo e la bimba non ha neanche potuto tentare di evadere.

Ostia, a fuoco l'auto dell'affiliato degli Spada. Fiamme anche nel luna park del presidente Confesercenti
 


I vigili del fuoco, intervenuti dopo la segnalazione di alcuni testimoni che avevano avvistato la macchina avvolta dalle fiamme, sono arrivati sul posto quando era ormai troppo tardi: in breve tempo sono riusciti a liberare la bimba e a portarla d’urgenza in ospedale. Lì i medici hanno tentato tutto il possibile per salvarla, ma Zoey è morta in seguito alle ferite riportate nell’incidente. «La piccola è stata avvolta completamente dalle fiamme. È stato orribile» ha raccontato un testimone al New York Daily News.

La piccola viaggiava insieme al padre, un 39enne che, dopo essere fuggito l’auto in fiamme, è stato preso in custodia: sul sedile posteriore della sua auto è stata trovata una bomboletta di gas. «Ho sentito un’esplosione spaventosa. Sono uscita da casa e ho visto il fumo – ha raccontato Lisa Silvera, una testimone – Poi ho visto un uomo correre verso il vicino Baisley Pond Park. Gli ho urlato di correre verso l'acqua».
 


L'uomo è saltato in uno stagno ed è lì che gli agenti lo hanno trovato. «Ho visto che lo portavano via su una barella – ha aggiunto Silvera – Era ustionato e aveva una sorta di maschera sul viso». L'uomo, che ha subito ustioni di secondo e terzo grado, è stato ricoverato in ospedale. Per ora non è stata presentata alcuna accusa contro di lui, ma le autorità hanno confermato che le indagini continuano.
 

Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 12:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani