Corea del Nord, dopo il test atomico il Giappone fa decollare 4 jet per verificare presenza radiazioni nucleari

Domenica 3 Settembre 2017
2
Allarme in Corea del Sud e in Giappone dopo il sesto test nucleare di Pyongyang che ha rivendicato oggi il successo della detonazione di una bomba all'idrogeno modellata per poter armare un supermissile intercontinentale. Subito dopo l'annuncio del test è maturata l'irritata reazione di Seul e Tokyo, alla quale è seguita la dura risposta della Cina che, attraverso il ministero degli Esteri, ha «condannato con forza» l'intemperanza della Corea del Nord.

La Corea del Sud, che ha alzato l'allerta, ha intenzione di chiedere più aspre sanzioni assicurando che farà tutta la pressione possibile sul Consiglio di Sicurez.

Il governo di Tokyo sta lavorando con le altre nazioni per la convocazione di una riunione di emergenza alle Nazioni Unite. Lo ha detto il ministro degli Esteri Taro Kono nel corso di un incontro con la stampa al Consiglio di Sicurezza nazionale.

Nel frattempo il premier nipponico Shinzo Abe ha dato disposizione di monitorare la presenza di radiazioni a seguito del test e quattro jet sono decollati per verificare la presenza di radiazioni. 

  © RIPRODUZIONE RISERVATA