Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Napoli, rapina in pizzeria e spara al soffitto: le immagini choc

foto

Rapina pizzeria con la pistola spianata, spara al soffitto e poi si fa consegnare i soldi. Il tutto mentre nel locale ci sono diversi clienti, tra cui alcuni bambini. Le immagini del colpo sono state diffuse dal consigliere regionale di Europa Verde della Campania, Francesco Borrelli.

 

«È - spiega - l'ennesima rapina nel cuore del quartiere Pianura a Napoli. Sono le 20,30 di sabato scorso 13 agosto quando un uomo armato di pistola è entrato in una nota pizzeria del luogo e ha sparato un colpo al soffitto per intimidire i titolari e farsi consegnare l'incasso. Il tutto è durato meno di un minuto innanzi agli occhi increduli di decine di clienti che in quel momento si trovavano all'interno della pizzeria per godere di un sabato sera in famiglia. All'interno del locale anche diversi bambini. Il rapinatore si è poi allontanato in sella ad uno scooter guidato da un complice che lo aspettava all'esterno del locale».

«Interi pezzi di città sono ormai nel pieno controllo della criminalità - afferma Borrelli - I malviventi la fanno da padrone e commettono le loro scorribande in qualsiasi momento della giornata. I cittadini non si sentono più al sicuro e sono ormai esasperati, poiché da troppo tempo costretti a subire i soprusi di questi vigliacchi che a volto coperto, armi in pugno, distruggono il lavoro e i sacrifici di tantissime persone che ogni giorno con fatica portano avanti la propria attività. Da troppe aree della città si leva un'unica voce che chiede più controllo del territorio, più uomini delle forze dell'ordine, più telecamere, più sicurezza. La risposta delle istituzioni deve essere dura e ferma, non si può più aspettare. Solo adottando il pugno di ferro contro questi delinquenti è possibile far arretrare la criminalità e riconquistare pezzi di città che sono totalmente fuori controllo».