Volvo Cars conferma outlook nonostante 3° trimestre difficile

Volvo Cars conferma outlook nonostante 3° trimestre difficile
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 11:15

(Teleborsa) - Volvo Cars, casa automobilistica svedese controllata dal colosso cinese Geely, ha registrato ricavi pari a 202 miliardi di corone svedesi (circa 19,68 miliardi di euro) nei primi nove mesi del 2021, rispetto ai 177,5 miliardi di corone svedesi nello stesso periodo del 2020. Ha registrato un utile operativo di 16,6 miliardi di corone svedesi, rispetto ai 3,6 miliardi di corone svedesi di un anno fa, con un margine operativo dell'8,2%.

Nel periodo luglio-settembre la società ha realizzato ricavi per 60,8 miliardi di corone svedesi, in calo del 7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un utile operativo di 3,3 miliardi di corone (4,6 miliardi un anno fa) e un margine operativo del 5,5%. I volumi di vendita nel terzo trimestre sono diminuiti del 17% rispetto allo stesso periodo del 2020. La società, che si è quotata il mese scorso sulla Borsa di Stoccolma, ha segnalato che la pandemia ha causato una carenza di forniture a livello di settore nel sud-est asiatico, che ha avuto un impatto sui volumi di produzione e vendita nel terzo trimestre.

"La produzione è stata di circa 50.000 auto in meno nel trimestre rispetto allo stesso periodo del 2020, mentre le vendite nel periodo sono diminuite di circa 30.000 auto poiché il calo dei volumi di produzione è stato compensato dalla riduzione delle scorte - ha affermato Hakan Samuelsson, amministratore delegato di Volvo Cars - La situazione dell'offerta è migliorata nel quarto trimestre, ma prevediamo che la carenza di semiconduttori in tutto il settore rimarrà un fattore limitante".

I dati preliminari per le vendite al dettaglio di novembre mostrano volumi di vendita di circa 52.000 auto, in calo rispetto allo stesso mese dell'anno scorso. Volvo Cars, che in precedenza aveva avvertito che i volumi delle vendite nella seconda metà dell'anno avrebbero potuto diminuire a causa della carenza di componenti, ha mantenuto le sue previsioni per l'intero anno per quanto riguarda la crescita dei ricavi e una maggiore redditività rispetto ai livelli pre-pandemia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA