Salvataggio Carige: nel Governo si fa strada l'ipotesi nazionalizzazione, anche temporanea

Giovedì 10 Gennaio 2019
(Teleborsa) - Continua a tenere banco nel Governo il "caso Carige" con le opposizioni che vanno all'attacco sul salvataggio della banca ligure, dopo il decreto che ha sollevato un vero e proprio vespaio di polemiche. Nel mirino, in particolare, i Cinque Stelle e il Vicepremier Di Maio che nel recente passato non avevano lesinato critiche all'allora premier Renzi per la gestione della crisi Mps, promettendo a più riprese che il Movimento non avrebbe mai messo un centesimo dei soldi pubblici nelle casse degli istituti di credito.

Tra polemiche e reciproche accuse, intanto, nel Governo si fa strada l'ipotesi nazionalizzazione. Anche temporanea.
"L'obiettivo è salvarla sotto lo Stato. Se ci saranno utili ci guadagnerà lo Stato". Queste le parole del Ministro dell'Interno Matteo Salvini rincarate da quelle sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Giancarlo Giorgetti che aveva definito la nazionalizzazione di Carige "una possibilità concreta".

Di Maio: "Carige pubblica sarà banca d'investimento dello Stato" - "Se lo Stato dovesse ricapitalizzare Carige lo farà per diventarne il proprietario. O si nazionalizza o non si mette in euro". Lo ha detto su Facebook il Vicepremier e ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio che ha promesso di "punire i banchieri che l'hanno ridotta così".

Tria: "La nazionalizzazione sarebbe temporanea" - Durante il Question Time alla Camera, il Ministro dell'Economia Giovanni Tria ha sottolineato che la ricapitalizzazione precauzionale di Carige da parte dello Stato è un'operazione "temporanea", perché la partecipazione di controllo "deve essere dismessa al termine del periodo di ristrutturazione concesso" alla banca. "La cosiddetta nazionalizzazione sarebbe quindi a termine", ha precisato il ministro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma