Ryanair insieme alla regione Lombardia per incrementare il turismo

Martedì 22 Ottobre 2019
La Ryanair scommette sulla regione Lombardia. Parte il progetto della compagnia aerea irlandese insieme alla regione per incrementare il turismo lombardo all'estero, in particolar modo in Inghilterra. La campagna di comunicazione è stata presentata a Palazzo Pirelli e prevede una serie di iniziative congiunte tra novembre e dicembre. L'iniziativa si concentrerà soprattutto su Londra: negli aeroporti Southend e Stansted sarà installato un punto informativo dedicato alla regione Lombardia, dove sarà distribuito del materiale promozionale. È previsto inoltre un press tour per la stampa britannica, un concorso social e pubblicità sui media Uk. A ciò si aggiunge una serie di video prodotta dalla low cost irlandese per presentare la Regione e la sua offerta turistica e la personalizzazione delle carte d'imbarco con la promozione della destinazione Lombardia.

«Con la compagnia aerea irlandese - ha spiegato l'assessora lombardo al Turismo Lara Magoni - condividiamo un
progetto rilevante e unico nel suo genere: una strategia di comunicazione integrata multicanale che, per come è stata disegnata, non ha precedenti istituzionali, a questi livelli, in Italia. L'obiettivo è condurre i viaggiatori a scoprire le bellezze naturalistiche del territorio lombardo, gustare i sapori delle specialità enogastronomiche, conoscere le città d'arte e immergersi nelle atmosfere da fiaba che sanno regalare i nostri piccoli borghi. Il nostro focus in questo caso è nei confronti del mercato Uk ed anglofono, che sta dimostrando negli ultimi anni di gradire particolarmente la destinazione Lombardia non solo per il business ma anche per turismo leisure e lo shopping». 

Per la Lombardia lo scalo anglofono rappresenta un mercato di rilievo: nel 2018 gli arrivi dal Regno Unito sono stati 576.206, le presenze (numero delle notti trascorse) 1.762.425. Dagli Stati Uniti, invece, si contano 634.987 arrivi e 1.386.328 di presenze. In generale, dopo la Germania (quota del 22,5%), quello del Regno Unito con il 7% è il secondo mercato di provenienza di turisti stranieri in Lombardia; gli Usa sono quarti (Paesi Bassi terzi con il 5,6%) con il 5,5%.

«Quella avviata con la Regione Lombardia è una partnership particolare e un esempio che auspichiamo seguiranno
anche le altre Regioni» ha commentato il direttore marketing della compagnia Kenny Jacobs. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma