Performance negativa per le Piazze del Vecchio Continente

Performance negativa per le Piazze del Vecchio Continente
2 Minuti di Lettura
Venerdì 28 Gennaio 2022, 13:45

(Teleborsa) - Seduta difficile per Piazza Affari, che scambia in netto calo, in accordo con gli altri Listini continentali, che accusano perdite consistenti, con gli investitori che rimangono cauti sulla recente svolta da falco della Federal Reserve e sulle intenzioni della Russia per l'Ucraina. Sul fronte macroeconomico, l'Istat stima una diminuzione sia dell'indice del clima di fiducia dei consumatori che dell'indice composito del clima di fiducia delle imprese a gennaio 2022. L'economia spagnola è aumentata oltre le attese nel 4° trimestre del 2021. Anche l'aumento del PIL francese nel 4° trimestre del 2021 è stato superiore delle previsioni. L'economia tedesca si è invece contratta oltre le attese nell'ultimo trimestre dello scorso anno,

Sostanzialmente stabile l'Euro / Dollaro USA, che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,114. Seduta in frazionale ribasso per l'oro, che lascia, per ora, sul parterre lo 0,34%. Il Petrolio (Light Sweet Crude Oil) continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a +0,69%.

Avanza di poco lo spread, che si porta a +140 punti base, evidenziando un aumento di 2 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari all'1,34%.

Nello scenario borsistico europeo affonda Francoforte, con un ribasso del 2,25%, si concentrano le vendite su Londra, che soffre un calo dell'1,46%, e crolla Parigi, con una flessione del 2,11%.

A picco Piazza Affari, con il FTSE MIB che accusa un ribasso dell'1,93%, spezzando la catena positiva di tre consecutivi rialzi, iniziata martedì scorso; sulla stessa linea, il FTSE Italia All-Share crolla dell'1,88%, scendendo fino a 28.732 punti.

Pessimo il FTSE Italia Mid Cap (-1,59%); come pure, variazioni negative per il FTSE Italia Star (-1,46%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, sostenuta Hera, con un discreto guadagno dell'1,00%.

Si muove in modesto rialzo Inwit, evidenziando un incremento dello 0,77%.

I più forti ribassi, invece, si verificano su Saipem, che continua la seduta con -4,56%.

Vendite a piene mani su BPER, che soffre un decremento del 4,13%.

Vendite su CNH Industrial, che registra un ribasso del 3,85%.

Pessima performance per Stellantis, che registra un ribasso del 3,57%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Ascopiave (+1,00%) e Caltagirone SpA (+0,52%).

Le peggiori performance, invece, si registrano su Ferragamo, che ottiene -5,08%.

Sessione nera per Tod's, che lascia sul tappeto una perdita del 3,79%.

In caduta libera Brunello Cucinelli, che affonda del 3,61%.

Pesante Esprinet, che segna una discesa di ben -3,27 punti percentuali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA