Moderna supera Pfizer: vaccino efficace al 94,5%. Mercati accelerano

Moderna supera Pfizer: vaccino efficace al 94,5%. Mercati accelerano
2 Minuti di Lettura

(Teleborsa) - Moderna stupisce il mondo intero ed annuncia risultati del suo candidato vaccino anti-Covid (mRNA-1273), sviluppato con l'operazione Warp Speed del Governo statunitense, addirittura migliori di quelli annunciati la scorsa settimana dalla connazionale Pfizer assieme alla tedesca BIONTech.

La sperimentazione di Fase 3 ha dimostrato infatti un'efficacia al 94,5%, appena superiore a quella del vaccino concorrente. In più, il vaccino di Moderna supera alcune criticità del preparato delle rivali, perché potrà essere conservato per 30 giorni nel frigorifero o freezer di casa e risulterà facilmente trasportabile, potendo stare a temperatura ambiente sino a 12 ore, laddove il vaccino antagonista richiedeva una conservazione a -80 gradi.

I test sono stati condotti su 30mila pazienti in USA e prevedeva la somministrazione di due dosi a distanza di 4 settimane. Il panel era suddiviso in due gruppi omogenei, ma solo ad uno di questi è stato somministrato il vaccino, all'altra un placebo. Questo vaccino come quelli concorrenti è a RNA, vale a dire stimola la produzione di anticorpi contro la proteina spike attaccata dal virus.

Moderna ha annunciato che intende presentare una richiesta d'autorizzazione all'uso per emergenza (EUA) alla Food and Drug Administration statunitense, l'authority deputata alla vigilanza sui farmaci, nelle prossime settimane, sulla base dell'analisi finale di 151 casi e di un follow-up mediano di oltre 2 mesi.

Frattanto, l'autorità del farmaco europea EMA ha già avviato l'analisi dei dati del vaccino di Moderna nell'ambito della procedura del rolling review, che rappresenta il primo passo per la definitiva approvazione.

Effetto a cascata sulle borse che hanno accelerato al rialzo: i Future USA evidenziano ampi progressi, con il contratto sul Dow Jones che avanza dell'1,71% e quello sullo S&P 5'00 dell'1,09%. Meno brillante il future sul Nasdaq che lima lo 0,14%.

Moderna nel circuito pre-market della borsa USA fa un balzo del 12%, mentre pagano dazio le concorrenti Pfizer (-1,6%) e BIONTech (-5,6%), che avevano guadagnato molto nell'ultima settimana sull'onda del successo della loro sperimentazione.

Anche le borse europee stanno accelerando, con Milano che guadagna il 2,4%, Parigi il 2,3% e Londra il 2%, mentre resta più indietro Francoforte con un progresso dell'1,1%.

Lunedì 16 Novembre 2020, 15:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA