Manovra: Cgil e Uil confermano sciopero generale

Manovra: Cgil e Uil confermano sciopero generale
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Dicembre 2021, 09:15

(Teleborsa) - Cgil e Uil "confermano lo sciopero generale proclamato per il 16 dicembre". Lo comunicano in una nota replicando così ai rilievi del Garante degli scioperi che nella giornata di ieri aveva richiesto ai sindacati di riformulare lo sciopero generale in programma il 16 dicembre in quanto la data non avrebbe consentito il rispetto del periodo di franchigia né quello della rarefazione degli scioperi.

"Prendono atto della delibera del Garante sugli scioperi emanata in data odierna, relativa a scioperi di settore o territoriali precedentemente proclamati, e procederanno garantendo che lo sciopero del 16 sarà effettuato nel pieno rispetto delle norme che regolamentano il diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali", si legge.

Lo sciopero generale proclamato da Cgil e Uil per il 16 dicembre prossimo, ad esclusione del settore sanità, deve essere riformulato". Questa la richiesta formulata nelle scorse ore dal Garante sugli scioperi che nella delibera aveva concesso 5 giorni di tempo ai sindacati per 'sanare' la situazione.

In scia al fatto che i sindacati in precedenza non avevano annullato una serie di proteste stabilite a suo tempo unitariamente anche con la Cisl contro la manovra, in programma fino al 17 dicembre, secondo quanto rilevato dal Garante, lo sciopero del 16 dicembre finirebbe per non rispettare la regola dell'intervallo minimo che deve intercorrere tra mobilitazioni diverse. Non solo. Per quel che riguarda il settore Poste e igiene ambientale, la mobilitazione del 16 non rispetta neanche il periodo di franchigia durante il quale non possono essere proclamati scioperi.

"Le nostre proposte il governo le conosce da tempo" e "non abbiamo proclamato lo sciopero a prescindere o contro qualcuno, lo abbiamo proclamato per portare a casa risultati per le persone che rappresentiamo". Così nelle scorse ore, il leader della Cgil, Maurizio Landini, ai microfoni di "Radio anch'io" su Rai Radio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA