Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

De Longhi, bonus da 300 mila euro all'AD dimissionario Garavaglia

De Longhi, bonus da 300 mila euro all'AD dimissionario Garavaglia
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 13:00

(Teleborsa) - De' Longhi, gruppo quotato su Euronext Milan e attivo nel settore del piccolo elettrodomestico dedicato al mondo del caffè, della cucina, della climatizzazione e della cura della casa, ha deliberato di riconoscere all'amministratore delegato dimissionario Massimo Garavaglia un bonus monetario di 300.000 euro "quale riconoscimento per l'ottimo ed efficace impegno profuso nell'esercizio dell'incarico e delle cariche ricoperte, nonché per la dedizione dimostrata, anche nell'accettare di proseguire la sua attività sino alla fine del mese di agosto per seguire la chiusura del semestre e supportare il periodo di transizione".

Garavaglia, che era entrato nel gruppo nel maggio 2020, si è dimesso lo scorso 17 giugno. Le dimissioni del manager sono arrivate per motivi personali. "È con grande rammarico che lascio, mio malgrado per motivi personali, questo straordinario gruppo che negli ultimi due anni ho avuto il privilegio di guidare", ha commentato Garavaglia nel comunicato che ha annunciato la sua uscita.

La società ha sottolineato che l'attribuzione del bonus ha rappresentato una deroga alla Politica di Remunerazione in presenza di circostanze eccezionali, consentita dalla politica stessa, e che non ha trovato applicazione la Procedura sulle operazioni con parti correlate, in quanto l'importo si configura quale importo esiguo. A parte questo bonus, l'accordo consensuale raggiunto con Garavaglia non prevede il riconoscimento di indennità e/o altri benefici ulteriori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA