Covid, Biden: Usa arsenale dei vaccini anti Covid, mezzo miliardo di dosi a Paesi poveri

Covid, Biden: Usa arsenale dei vaccini anti Covid, mezzo miliardo di dosi a Paesi poveri
2 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Giugno 2021, 09:30

(Teleborsa) - Regno Unito e Stati Uniti hanno firmato la Nuova Carta Atlantica, una versione rinnovata dell'accordo del 1941 tra Winston Churchill e Franklin D. Roosevelt, che contribuì a gettare le basi per Nazioni unite e Nato. La promessa di Joe Biden e di Boris Johnson è quella di difendere "i duraturi valori2 dei loro Paesi dalle sfide vecchie e nuove. I due leader si sono infatti incontrati ieri a Carbis Bay, in Cornovaglia, alla vigilia del vertice G7 che si inizierà oggi e proseguirà fino a domenica.

Un'alleanza contro la pandemia in corso, con l'intento di costruire difese globali più forti contro le minacce sanitarie, già a partire dal vertice di questi giorni ma anche un documento per affrontare le sfide poste da Paesi come Cina e Russia, con promesse di promozione di libero commercio, diritti umani, ordine internazionale, e per contrastare "coloro che tentano di minare le nostre alleanze e istituzioni". Al centro dei colloqui anche la questione irlandese. Sul punto, il premier Johnson dopo l'incontro ha parlato di "completa armonia" con Biden "sulla necessità di andare avanti, trovare soluzioni e assicurarsi di rispettare l'accordo del Venerdì santo di Belfast". In conferenza stampa, Biden ha da parte sua parlato della pandemia del Covid-19, annunciando la donazione di mezzo miliardo di dosi di vaccino Pfizer a 92 Paesi poveri: "i nostri valori ci chiedono di far tutto il possibile per vaccinare tutto il mondo", ha detto, "l'America sarà l'arsenale dei vaccini".

Il G7 inizierà oggi alle ore 12.30 con una breve riunione di coordinamento fra i leader Ue, seguita da una colazione informale e dalla cerimonia di benvenuto. Nel primo pomeriggio l'avvio della prima sessione di lavoro, riservata ai soli Paesi G7, dunque Italia, Francia, Germania, Regno Unito, Giappone, Canada, Usa. Tre temi che saranno al centro della discussione tra i leader di questi Paesi: le politiche nazionali verso una ripresa più verde e digitale, il ruolo del G7 nel sostegno alla ripresa dell'economia globale e infine le politiche volte a far progredire l'uguaglianza di genere. Il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi arriverà in metà mattinata. Nel corso del Vertice sono previste riunioni bilaterali: quella tra Draghi e Biden avrà luogo sabato nel tardo pomeriggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA