Jobs act, approvati ultimi decreti attuativi. Poletti: soddisfatto

Jobs act, approvati ultimi decreti attuativi. Poletti: soddisfatto
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Settembre 2015, 13:52 - Ultimo aggiornamento: 5 Settembre, 15:44

«Con gli ultimi 4 decreti approvati oggi abbiamo portato a termine un processo di riforma di grandissimo rilievo e in tempi estremamente rapidi». Così il sottosegretario Claudio De Vincenti al termine del cdm sul Jobs act.

Esprimo soddisfazione per la conclusione della riforma del lavoro, ha detto il ministro Giuliano Poletti, parlando di risultato importante. «Oggi - ha detto - sono stati approvati gli ultimi quattro decreti del Jobs act. Abbiamo rimesso al centro il contratto a tempo indeterminato. Centinaia di migliaia di precari hanno un contratto stabile».

Ma ecco le misure illustrate da Poletti: «Abbiamo esteso gli ammortizzatori sociali a 1,4 mln di lavoratori prima senza copertura, cioè i lavoratori in azienda da 5 a 15 dipendenti». «Per i controlli a distanza siamo intervenuti sull'art. 4 dello Statuto dei lavoratori rispetto alla privacy, colmando un vuoto normativo. Oggi abbiamo una normativa complessiva con al centro due obiettivi: una norma chiara e definita e il rispetto della privacy».

Addio alle dimissioni in bianco. La certificazione della richiesta di dimissioni dovrà essere fatta «su un modulo che va scaricato dal sito del ministero del Lavoro, se non c'è un modulo datato e certificato la dimissione non è valida».

© RIPRODUZIONE RISERVATA