Velletri, la scala mobile è off limits, il centro rimane isolato. La protesta dei commercianti

Lunedì 9 Dicembre 2019 di Dario Serapiglia
La scala mobile che porta al centro è rimasta chiusa
La scala mobile è off limits, chiusa. Anche domenica 8 dicembre, giorno in cui prende avvio ufficialmente il periodo natalizio, con negozi aperti e lo svolgimento d’intrattenimenti vari in centro. Proprio non se lo aspettava nessuno a Velletri e immediati si sono animati i mugugni e le proteste. L'impianto della scala mobile tra via degli Atlantici e viale Bruno Buozzi, due vie con un dislivello di circa 20 metri è chiuso. Un impianto che quando fu prospettato e poi realizzato divise i commenti dei cittadini a metà, tra favorevoli e scettici. Ma, poi, è andato sempre più, nel corso del tempo, guadagnando apprezzamenti, così che, quando resta chiuso, genera malumore. La scala consente a chi lascia in sosta l'auto in uno dei numerosi parcheggi a valle, lungo la via Appia, di evitare un lungo giro o una scalinata ripida da salire a piedi per raggiungere il centro.
Per questo la chiusura genera disagio, soprattutto agli anziani e a chi è in compagnia di bambini piccoli o con i passeggini. La scala mobile è protetta da due saracinesche che la sera vengono chiuse e poi riaperte la mattina del giorno dopo, con l’incarico affidato ad una ditta di vigilanza notturna con un contratto che esclude le domeniche. In ogni modo, per l’8 dicembre, come in occasione di eventi particolari, nessuno si aspettava di trovare i due ingressi chiusi. Perché? E' mancato un atto ufficiale che potesse far derogare dal rispetto abitudinario del contratto. Ossia un ordine di servizio che potesse soddisfare la sicura necessità in uno dei giorni particolari dell’anno. Numerose le espressioni di critica e biasimo manifestate sui social da parte di cittadini comuni e in special modo da commercianti. «Benissimo - scrive Angela - cominciamo proprio bene il periodo natalizio, così invece di aiutare i commercianti li affossiamo… bravi». E Selena aggiunge «Grazie per incentivare il commercio… Grazie da parte di tutti noi commercianti». Diversi altri commenti si sono limitati a poche parole: «Vergognoso», «Non è possibile», «Ma stiamo scherzando». Senza contare le imprecazioni da parte di chi ieri, era costretto a salire i ripidi gradini di via Martella, tra via Galvaligi e viale Buozzi. «Chiediamo scusa ai cittadini - ha assicurato il sindaco Orlando Pocci - ma da domenica prossima e per quelle fino all’Epifania, il disagio non si ripeterà».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma