Coronavirus Castelli Romani, un caso in una clinica a Nemi. Montate tende al pronto soccorso del nuovo ospedale

Ariccia, circa 50 volontari della protezione civile del Coordinamento Fepivol con i volontari provenienti da : Ariccia, Albano, Genzano, Castelgandolfo, Mentana e Aprilia. Oggi hanno lavorato tutta la domenica pomeriggio per montare le tende di accoglienza- triage e visita medica, accanto al pronto soccorso del nuovo ospedale dei Castelli per fronteggiare meglio l'emergenza corona virus ed evitare la promiscuità in caso di arrivo di pazienti sospetti che sono in aumento.  Sul posto anche la direttrice del pronto soccorso, medici e infermieri del nuovo ospedale di via Nettunense, dove sono stati trattati diversi casi sospetti di coronavirus, di cui solo una donna di 74 anni ancora ricoverata allo Spallanzani è risultata positiva. Un caso di un anziano, originario di Palestrina, positivo al covid19 arriva oggi da una clinica geriatrica di Nemi, trasportato allo Spallanzani stamattina, contagiato forse da qualche contatto precedente al ricovero nella struttura dei Castelli Romani. Foto Luciano Sciurba

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani