Storia ed evoluzione della “Congrega” di Sant’Agnese “Ju Garage” di Roio

La Congrega di Sant'Agnese "Ju garage" di Roio
4 Minuti di Lettura
Lunedì 24 Gennaio 2022, 18:35

L’AQUILA Come racconta Tullio Scarsella, all’inizio degli anni settanta, il “Ristorante Villa San Leonardo” di Silvio Scassa, a Roio, era uno dei pochi fuori dalle mura cittadine ed offriva un’ottima cucina ed un ambiente confortevole. Alcuni gruppi di aquilani veraci, tutti inseriti a pieno titolo nel pianeta maldicenza legato a Sant’Agnese, erano soliti festeggiare il 21 Gennaio (festa di Sant’Agnese) a Roio, da Silvio, con numeri vicini alle cento unità ed un rituale estremamente chiaro e definito.

L’organizzazione era perfetta in ogni dettaglio, seriosa quanto basta, piena di allegria e di sfottò, con libagioni abbondanti e buon vino per tutti. Fra i camerieri che in queste occasioni lavoravano da Silvio, c’erano tre ragazzi fra i 14 e i 16 anni, che si divertivano da impazzire a seguire le vicende di quelle serate. Ne spiavano i conciliaboli che preludevano ad una elezione inattesa, la cura nella scelta del Presidente e delle altre cariche, curiosi passaggi di informazioni riservate in un clima di serena, gioiosa convivialità, la emozionante proclamazione degli eletti. Fu così che quei tre ragazzi, agli inizi degli anni settanta iniziarono ad emulare, per gioco, gli esperti e collaudati aquilani. E lo fecero riunendosi in un garage multifunzionale, di proprietà di uno dei tre, dove diedero vita alle prime elezioni, con altri quattro amici, e sontuose cene dove l’acqua minerale era solo una pallida comparsa.

Nel tempo, a questo nucleo iniziale, si sono aggiunti diversi amici di Roio. Sono cresciuti gli sfottò, si sono affinati ed alternati i Presidenti, sono state attribuite due cariche a vita. “Zellusu e mamma degli ca..i degli atri”. Col passare degli anni questa simpatica tradizione ispirata al "Pianeta della maldicenza", si è andata via via trasformando in un importante momento di aggregazione e di amicizia, senza per questo perdere le caratteristiche iniziali legate a Sant’Agnese.

Infatti, di recente, il numero delle persone della Congrega denominata “Ju Garage” è cresciuto fino a sfiorare le ottanta unità, con esclusiva presenza maschile, e con una spiccata tendenza di ciascuno a onorare il ruolo a cui lo chiama la votazione. Forse in virtù di difficoltà di aggregazione e di incontro che ormai caratterizzano anche una periferia cittadina qual è Roio, per decisione unanime si è affidato al presidente eletto ed al suo gruppo dirigente, il compito di organizzare annualmente almeno tre momenti conviviali, oltre a quello classico del 21 gennaio, che fungono da corollario e da preparazione per la festa principale, quella di Sant’Agnese:
- Sant’Agnese bis, una cena o pranzo per la convalida degli eletti e la presentazione del programma, entro quaranta-cinquanta giorni dal 21 gennaio;
- 16 agosto, mega scampagnata con catering che coinvolge le famiglie e durante la quale si comincia a pensare ai candidati per la prossima Sant’Agnese;
- 11 novembre, San Martino, cena di festeggiamento per l’essere cornuti e nuovo approfondimento sulle candidature per il futuro.

L’attuale comitato è così composto: Alfonso Pupi, Presidente; Costantino Cattivera, Vice Presidente; Vincenzo Tedeschi, Segretario. E’ chiaro che la pandemia ha influito negativamente sulle attività della congrega di Roio, come in quelle di altri luoghi. C’è però la fiducia e la speranza che presto si possa ricominciare in allegria, con rinnovato entusiasmo, e con tanta gioia nello stare insieme.

La Congrega “Ju Garage” è orgogliosa del legame con Fulgenzio Ciccozzi, roiano verace, storico di valore e cultore delle tradizioni roiane, nonché fotografo raffinato, in grado di evidenziare in maniera artistica momenti, figure e paesaggi straordinari della storia di Roio e non solo. Lo ringraziamo e lo invitiamo a proseguire nel suo impegno di documentazione, ricerca e valorizzazione del territorio di Roio e della sua cultura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA