Giulianova, consigliere comunale denigra la Resistenza: costretto a dimettersi

Venerdì 24 Aprile 2020
Simone PaesaniGiulianova, consigliere comunale denigra la Resistenza: costretto a dimettersi

Con un post, molto offensivo, pubblicato questa notte aveva insultato e denigrato la Resistenza  e la festa del 25 Aprile utilizzanto in modo volgare la canzone "Bella Ciao". Questa mattina il consigliere comunale di una lista di centrodestra "Verso Giulianova", che appoggia il sindaco di Giulianova Jwan Costantini (ex Fi), si è dovuto dimettere. Simone Paesani, dopo le forti pressioni arrivate dal sindaco, dai consiglieri della maggioranza e da tutta l'opposizione, ha lasciato lo scranno del Consiglio comunale di Giulianova dove sedeva da quasi un anno. 

Per tutta la notte, dopo aver pubblicato il post, è stato bersagliato da decine e decine di commenti negativi e da insulti e alla fine, anche su spinta dell'amministrazione comunale, ha lasciato il posto alla prima dei non eletti, Carina Di Valerio.


La maggioranza si è subito dissociata dallo scritto di Paesani. «L’amministrazione comunale, in riferimento ad un post giudicato altamente offensivo e pubblicato sui social dal consigliere comunale Simone Paesani, si dissocia completamente dal contenuto. Nel contempo ribadisce i valori insostituibili della Resistenza, alla quale è ispirata la nostra Costituzione e in cui tutti gli italiani, oggi più che mai, si riconoscono».

Ultimo aggiornamento: 21:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA