Allarme migranti, comandante Royal Navy: mezzo milione profughi pronto a partire su carrette del mare

Domenica 7 Giugno 2015
Dopo i 3.480 i migranti salvati ieri in 15 diverse operazioni coordinate dalla Guardia Costiera, alle quali hanno partecipato navi italiane e straniere, altri interventi sono in corso anche oggi. Attualmente, secondo quanto si è appreso, sono impegnate in attività di soccorso a migranti la nave della Marina britannica 'Bulwark', la nave di Medici senza frontiere 'Bourbon Argos' ed alcuni assetti del dispositivo Frontex, in particolare una nave inglese, una svedese e una spagnola, oltre alla nave Dattilo della Guardia costiera.



Nelle ultime ore sono arrivate «10 chiamate dai satellitari» dal largo delle coste libiche che si suppone possano arrivare da alcuni barconi con a bordo «1.000-1.500 migranti». Lo ha detto Federico Fossi dell'Unhcr intervistato da RaiNews24. Dovrebbe trattarsi di imbarcazioni più piccole rispetto a quelle soccorse nella giornata di ieri, quando erano state tratte in salvo in totale 3.480 persone.



In soccorso di questi migranti sono partite unità della Marina militare italiana e delle Marine di Gran Bretagna e Spagna.





Quanto all'allarme lanciato dal quotidiano britannico Guardian, che citando il capitano di vascello Nick Cooke-Priest, comandante della Hms Bulwark, la grande nave d'assalto anfibio della Royal Navy impegnata nell'opera di salvataggio nel Mediterraneo, afferma che in Libia ci sarebbero «tra 450.000 e 500.000 migranti» che attendono il momento di prendere il largo su carrette del mare alla volta dell'Europa, Fossi ha invitato alla cautela. «È importante non creare allarmismi - ha spiegato - se i numeri non sono verificabili è il caso di prestare attenzione».



La Guardia Costiera ha raccolto questa sera, domenica, i dati sui soccorsi in mare. Sono stati oltre 2.300 - per la precisione 2.371 - i migranti salvati oggi nel corso di vari interventi coordinati dal Centro nazionale di soccorso della Guardia costiera, a Roma. Le operazioni di salvataggio hanno riguardato 15 imbarcazioni (12 gommoni e 3 barconi) che navigavano a circa 45-50 miglia dalla Libia, tutti stipati di migranti.



Le unità intervenute sono la nave della Marina britannica Bulwark, la nave di Medici senza frontiere Bourbon Argos e alcune imbarcazioni del dispositivo Frontex, in particolare una nave inglese, una svedese, una spagnola, la nave della Marina italiana Fasan, la nave Dattilo della Guardia costiera e un mercantile.
Ultimo aggiornamento: 19:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma