La favola di Massimiliano, a 16 anni con le sue borse è il più giovane direttore creativo al mondo

di Ughetta Di Carlo
È stato definito il più giovane direttore creativo al mondo. Massimiliano Mastrangelo, 16 anni, studente romano del San Giuseppe De Merode, dove frequenta il liceo classico, per passione ha disegnato e curato la produzione delle sue borse Lisiànthus. Un nuovo marchio di luxury bags che prende il nome dal suo fiore preferito che simboleggia grazia ed eleganza. Ragazzo etereo e visionario, questo stilista in erba lavora a questo progetto da un anno, da autodidatta. «Mi sono informato su internet - spiega Massimiliano - per capire quali erano le migliori aziende del settore. Non è stato facile farmi accettare dalla Ab Florence, azienda di borse artigianali che vanta tra i suoi clienti top brand come Ferragamo, Bulgari, Gucci, Tod's, Prada».


Per la famiglia Mastrangelo un salto nel buio: fondamentale il padre commercialista che ha finanziato il progetto con centomila euro: 100 borse realizzate, sito on line e lancio della collezione con la musa ispiratrice del brand, l'attrice americana Kelly Rutherford (nota per Gossip Girls). «Seguivo Kelly per la sua delicatezza e lo stile minimal - racconta ero rimasto colpito dalla sua triste storia familiare. Le ho inviato un ritratto, lei mi ha invitato a New York. Così è nata la linea dedicata a lei».
Tra i modelli, realizzati in vitello pregiato e in pelle esotica, ci sono la pochette Miss Rutherford, la shopping Contrasto con taglio a V sul lato frontale e la Rorò, grande e piccola. Mirata la scelta dei colori: i classici colori pastello, rosa e celeste, total black e vinaccia. La più particolare, in pitone maasai, ma la più preziosa è in coccodrillo nero lucido. La mini Rorò? Spopola tra teenagers e mamme.
 
 

 
Venerdì 19 Maggio 2017 - Ultimo aggiornamento: 15:02
  • 934
QUICKMAP