Bottas soffia la pole ad Hamilton nel GP di Imola, delude la Ferrari, settima e staccata con Leclerc

Sabato 31 Ottobre 2020 di Massimo Costa
Nella foto, Valtteri Bottas

IMOLA - Valtteri Bottas ha fatto la differenza. Questa volta è stato lui l'uomo Mercedes con una marcia in più. Come sempre velocissimo in qualifica, il finlandese ha battuto il compagno di squadra Lewis Hamilton per la quarta volta in questo 2020. Dopo le pole ottenute nei GP di Austria di Spielberg, del 70° Anniversario a Silverstone e nel GP dell'Eifel al Nurburgring, Bottas ha battezzato anche Imola. Per la Mercedes è la dodicesima pole su dodici e il sogno di poter concludere il campionato con il pieno di pole si avvicina. Nel primo tentativo, Bottas era risultato secondo con il tempo di 1'13"812 mentre Hamilton si era portato al comando con 1'13"781.

Millesimi di differenza. Valtteri doveva migliorare l'uscita della Rivazza, lo sapeva che non era stato perfetto e così nel secondo push l'ha affrontata senza remore. O la va o la spacca. E' andata bene ed ha tirato via due decimi realizzando il crono di 1'13"609 mentre Hamilton non ha fatto meglio di 1'13"706. Un giro orribile, lo ha definito il campione del mondo. Bravo Bottas dunque, e vediamo se riuscirà a trasformare la pole in vittoria, come gli era capitato in Austria.

Seconda fila per Max Verstappen con la Red Bull-Honda. Prima un problema tecnico nel Q1, poi una scelta di gomme azzardata (medie) nel Q2, hanno offuscato la serenità del pilota olandese che con le soft nella Q3 non ha piazzato un buon giro chiudendo in 1'14"176. Un divario notevole dal poleman e che Verstappen stesso ha ritenuto eccessivo. A dividere la seconda fila con lui, un grande Pierre Gasly con l'Alpha Tauri-Honda. Per il francese e il team di Faenza, a 20 km dal circuito, è il miglior risultato conseguito quest'anno in qualifica.

E bene anche Daniil Kvyat, ottavo e per la prima volta in campionato in Q3. Terza fila per Daniel Ricciardo con una buona Renault che però ha visto Esteban Ocon fuori dal Q3 e sonoramente battuto (per l'ennesima volta) dal compagno di squadra. Sesto Alexander Albon con la Red Bull-Honda, a poco più di quattro decimi da Verstappen. Meglio rispetto ad altre volte. E' settima la Ferrari di Charles Leclerc, un bel passo indietro rispetto a Portimao considerando che il distacco da Bottas è di un secondo tondo. Ancora peggio Sebastian Vettel, quattordicesimo, sempre più ombra di se stesso.

Quinta fila per le due McLaren-Renault con Carlos Sainz nono e Lando Norris decimo. Ci si aspettava molto di più dal team di Zak Brown, così come dalla Racing Point-Mercedes, fuori dalla Q3 con entrambe le monoposto. Sergio Perez è undicesimo, Lance Stroll quindicesimo. Applausi per George Russell, che ha guidato benissimo portando la Williams-Mercedes in tredicesima posizione. Male le Alfa Romeo-Ferrari, con Kimi Raikkonen diciottesimo e Antonio Giovinazzi ultimo.

Sabato 31 ottobre 2020, qualifica

1 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'13"609 - Q3
2 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'13"706 - Q3
3 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'14"176 - Q3
4 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'14"502 - Q3
5 - Daniel Ricciardo (Renault) - 1'14"520 - Q3
6 - Alexander Albon (Red Bull-Honda) - 1'14"572 - Q3
7 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'14"616 - Q3
8 - Daniil Kvyat (Alpha Tauri-Honda) - 1'14"696 - Q3
9 - Lando Norris (McLaren-Renault) - 1'14"814 - Q3
10 - Carlos Sainz (McLaren-Renault) - 1'14"911 - Q3
11 - Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) - 1'15"061 - Q2
12 - Esteban Ocon (Renault) - 1'15"201 - Q2
13 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1'15"323 - Q2
14 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'15"385 - Q2
15 - Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) - 1'15"494 - Q2
16 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'15"918 - Q1
17 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'15"939 - Q1
18 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'15"953 - Q1
19 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'15"987 - Q1
20 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'16"208 - Q1

Ultimo aggiornamento: 1 Novembre, 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA