Germania, Hasenhüttl non è più l'allenatore del Lipsia. Su di lui c'è il Dortmund

Mercoledì 16 Maggio 2018 di Federico Lo Giudice
Ralph Hasenhüttl non è più l’allenatore del Lispia. Le voci di un possibile divorzio tra il club della lattina e il tecnico austriaco circolava da un paio di settimane, ma oggi è diventata ufficiale. La scelta è stata presa dallo stesso Hasenhüttl, il cui contratto sarebbe scaduto nel giugno 2019, dopo un incontro tenuto con i vertici della società. Insieme a lui vanno via i secondi Zsolt Löw e Danny Röhl e lo psicologo della squadra Sascha Lense. Una separazione frutto delle incomprensioni tra l’allenatore e il direttore sportivo Ralf Rangnick, ma anche della mancata qualificazione in Champions League nonostante la squadra abbia centrato una seconda qualificazione consecutiva per una competizione Uefa. Certo, l’Europa League non è la Champions sia per gli introiti economici che per il ritorno d’immagine, ma non bisogna dimenticare che il club dell’Est della Germania partecipava per la seconda volta nella sua storia alla Bundesliga. L’addio di Hasenhüttl, secondo molti, non p stato casaule. Su di lui, infatti, ci sarebbe da tempo l’interesse del Borussia Dortmund che dopo aver salutato il suo connazionale Peter Stöger avrebbe individuato in lui l’uomo giusto per rilanciare le ambizioni del club che sarebbe pronto a investire oltre 80 milioni di euro per tornare ad essere il primo antagonista del Bayern in Bundesliga e riconquistare un ruolo importante in Europa. © RIPRODUZIONE RISERVATA