ROMA

Sport e solidarietà: tutti in campo con Smile

Lunedì 15 Ottobre 2018 di Lucilla Quaglia

Decorazioni floreali, nastri colorati, cuffiette anni Cinquanta e scenografici modelli a tesa larga. E poi fiocchi e diversi modelli di paglia, ancora estivi. Insomma il Roma Polo Club in versione Ascot. Qui, lungo i verdi prati dell’Acqua Acetosa, va in scena la sfilata di cappelli femminili stile british, tirati fuori dall’armadio o creati ad hoc per animare un evento di sport e solidarietà alla sesta edizione: “Il Polo del Sorriso”. Elegante happening che sostiene i progetti della Fondazione Operation Smile Italia Onlus per ridare appunto il sorriso a tutti quei bambini che non lo possono sfoggiare a causa di malformazioni.
 

 

Dallo scorso anno i fondi raccolti vengono destinati al progetto Smile House di Roma: nuovo centro di cura che costituirà parte integrante dell’Unità di Chirurgia maxillo facciale dell’ospedale San Filippo Neri. La kermesse benefica, dopo un goloso banchetto a base di ostriche francesi e prelibatezze mediterranee, decolla con la combattuta sfida di polo. Tra i giocatori che scendono in campo Marcos Antinori, Oscar Carona, Federico Coria, Marco e Max Elser, Puccio Natale, Stefano Ottaviani e Padmanabh Singh, Maharaja di Jaipur, applaudito dalla compagna Claire Deroo. E in questa atmosfera delle grandi occasioni arriva l’ambasciatore americano, molto vicino all’organizzazione. Il rappresentante di Washington Lewis Eisenberg, con la moglie Judith, sosta ai vari desk dove è descritta l’attività della benefica Fondazione rappresentata per l’occasione da Livia Azzariti, co-fondatore e volontaria, Domenico Scopelliti, vicepresidente scientifico e chirurgo volontario, e il direttore generale, Alessandra Corrias.

«Gli italiani – commenta Lewis – fanno tanta beneficenza proprio come gli americani». Ed è la feluca Usa, assieme a Vittorio Sgarbi, a premiare il cappello più glamour, quello con gran fiocco rosa e ampia falda della contessa Antonella Vitetti, e quello più divertente e bucolico, con tanto di foglia di vite e rose, della professoressa Silvia Grea. Accanto al verde del campo appaiono Vanessa Gravina, in pantaloni fantasia, e Regina Orioli, in paglietta, che scherza con il marito Michael Schermi e poi si dirige verso l’esposizione delle auto d’epoca della Polizia di Stato, inclusa la Lamborghini Huracán. Ecco l’ambasciatore bulgaro Marin Raykov. Battute e gag con Roberto Ciufoli mentre la ricca agenda prosegue con l’esibizione dei giocatori di
polo juniores. Vanno a ruba le t-shirt dedicate che divertono Moroello Diaz della Vittoria e Allegra Giuliani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma