Gli chef del gelato e la coppa gourmet

Mercoledì 8 Agosto 2018 di Valeria Arnaldi

Il “classico” cornetto. Il croccante con cuore di amarena. Ma anche la coppa al caffè e gli stecchi “esotici”. I gelati amati da più generazioni, divenuti iconici, oggi si assaporano con la cannuccia. Sono le loro ricette e suggestioni ripensate in chiave cocktail il nuovo trend delle serate romane “griffato” da chef e bartender. Nel tempio dello chef Alessio Tagliaferri, in via Giulia, i drink sono protagonisti di una speciale Carta firmata da Tagliaferri con il bar manager Patrizio Boschetto.  Si va dal Cornetto al Solero

 

Il Croccante all’amarena è fonte di ispirazione per Emanuele Broccatelli che ha il suo regno alle spalle del Colosseo, in via Claudia. Cornetti e cremini entrano nel bicchiere pure in via di Villa Lauchli, con una speciale creazione.  A ideare la Carta dei drink, il bar manager Flavio Esposito. Non mancano proposte analcoliche. Lo chef Riccardo Rossetti a Prati accompagna i piatti con una selezione di centrifughe e smoothies. Se il gelato ispira i drink, le proposte da bere entrano nei dessert. Tra le creazioni dello chef stellato Fabio Ciervo, nell’hotel in via Ludovisi, un tiramisù con crema al Baileys. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Un film per ricordare Angelo

di Marco Pasqua