Costanzi, su il sipario con le stelle del balletto

Sabato 29 Dicembre 2018 di Lucilla Quaglia

Le prove musicali risuonano, sontuose e prorompenti, all’interno del foyer. Quasi una magia di scale che salgono e scendono creando un fatato mondo di note. E’ tutto pronto per l’apertura della stagione del balletto del Costanzi. In cartellone un grande classico senza tempo: “Il lago dei cigni”, su musiche di Cajkovskij e le notevoli coreografie del francese Benjamin Pech. In palcoscenico sono attesi fantastiche étoile, i primi ballerini, i solisti e il corpo di ballo diretto da Eleonora Abbagnato. E in onore del talentuso Pech, è nutrita la rappresentanza francese. Da Stephane Gaillard, direttore ad interim di Villa Medici, alla fascinosa Aurelie Filippetti, parlamentare francese, fino a Chloé Siganos, addetto culturale ambasciata di Francia. 

 

Ma non si contano anche le illustri presenze italiane. Tra i primi ad arrivare il cantautore Amedeo Minghi, colpito, come tanti altri, dall’originale albero di Natale collocato accanto alle scale che raggiungono il primo piano. La particolarità? E’ composto da scarpette da ballo completamente circondate da velo rosa. Più in là si riconosce Elena Bonelli. Mentre lo stilista Roberto Capucci, che arriva con il creatore di eventi di danza Daniele Cipriani, sceglie la platea. Appare Daniela Porro, direttore Museo Nazionale Romano. E non può mancare Renato Balestra. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Viaggiare da soli? “Un sacco bello”. Anche senza andare in Polonia

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma