ROMA

Ambasciata degli Usa, il concerto è con le stelle

Venerdì 1 Giugno 2018 di Paola Pisa

Che musica a Villa Taverna. Un giardino spettacolare, prati infiniti, alberi giganti e profusione di cespugli di rose bianche. Nel salotto giallo con la bandiera a Stelle e Strisce, le note del violino, del pianoforte e di altri strumenti avvolgono i cento ospiti che partecipano allo speciale ricevimento con protagonista un evento molto atteso che compie ora quindici anni.
 

 

Ad invitare sono l’ambasciatore degli Stati Uniti Louis M. Eisenberg e la consorte Judith Ann, elegantissima in un inconfondibile abito di Pucci. Nella magnifica residenza ai Parioli si festeggiano il Rome Chambers Music Festival e il suo bravo, simpatico e coinvolgente Direttore Robert McDuffie. A dare il benvenuto è il Capo Missione Louis M. Eisenberg americano che dichiara “Sono orgoglioso che un musicista americano come me, abbia creato un festival così importante per la città di Roma”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani