Usa, nascosta dietro un frigo e violentata per 21 anni: "Non l'ho mai denunciato perché lo amo"

Lunedì 6 Marzo 2017
11
Costretta per anni a subire violenze sessuali e abusi di ogni tipo perché innamorata del suo stesso aguzzino. Una donna, che oggi ha più di 30 anni è stata segregata in casa da Michael Dunn, 57 anni, dall'età di 14 anni e per 21 anni ha subito violenze di ogni genere. 



«Mi sono pian piano affezionata a lui, alla fine mi sono innamorata. Per questo ho sopportato tutto il male che mi veniva fatto», queste le parole della donna di Cleveland che, come riporta il Mirror, ha cercato di spiegare i motivi per cui non ha mai denunciato il suo stupratore.

L'uomo avrebbe violentato numerose ragazze tenendole segregate nella sua casa e per eludere i controlli aveva ricavato una cavità nel retro di un frigorifero in cui nascondeva le sue stesse vittime. Le prime violenze risalgono agli anni '90, ma proprio a causa del diabolico stratagemma a lungo è riuscito ad evitare il carcere per mancanza di prove venute a galla solo in questi giorni. Ultimo aggiornamento: 8 Marzo, 13:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Con la febbre in aeroporto non si finisce in quarantena

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma