Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Di Maio, stoccata Salvini: flat tax? Ancora un mistero, non vedo le coperture

Di Maio, stoccata Salvini: flat tax? Ancora un mistero, mancano le coperture
2 Minuti di Lettura
Venerdì 26 Luglio 2019, 10:19

Tra Di Maio e Salvini è tregua ma i due vicepremier continuano a viaggiare su canali distinti, impegnati a marcare ognuno i propri personali risultati. La flat tax, ha detto stamani il leader M5S intervistato a Sky Tg24, «per me è ancora un mistero, ancora non ho visto le coperture, anche la flat tax volontaria di cui si parlava ieri non ho capito cosa significa. Intanto sto lavorando al cuneo fiscale», una misura «realistica», ha aggiunto. «Ho trovato 4 miliardi», per la flat tax «ne servono almeno il triplo». 

E se Salvini lancia una stoccata a Tria («Se il ministro dell'Economia del mio governo dice che di taglio delle tasse non se ne parla, o il problema sono io o è lui. Cosa faccio una manovra economica all'acqua di rose? L'Italia ha bisogno di uno choc fiscale forte», ha detto il ministro dell'Interno a Radio24), Di Maio rinnova la fiducia al ministro del Tesoro e a Conte: «Sono ore in cui si dice che si stia perdendo fiducia nel ministro dell'economia e nel premier. Dico che questo non fa bene al Paese, hanno portato avanti trattative complesse con l'Ue, scongiurato procedure, abbiamo spread basso anche grazie al loro lavoro. È il momento di capitalizzare nella manovra. Ho piena fiducia in Giovanni e Giuseppe».

Pieno sostegno anche a Toninelli: «Ho fiducia in Danilo, lo chiamano il ministro blocca strade, ma ha lavorato sodo per sbloccare le opere, solo che i meriti se li prende qualcun altro». «Ho trovato molto simpatica la diretta di Salvini in cui leggeva l'atto sulle opere sbloccate, elencandole una a una, e la firma in fondo all'atto era di Toninelli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA