Coronavirus, le prime foto dentro l'ospedale romano Covid2

È partito questa mattina il Covid-2 hospital Columbus-Gemelli: aperto in appena 7 giorni sono operativi già da oggi 32 posti di malattie infettive e 21 di terapia intensiva. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, positivo al Covid-19 e in isolamento domiciliare, commenta soddisfatto su Facebook: «Attivo da oggi il Covid2 hospital al Columbus Gemelli, una risposta eccezionale in pochi giorni - scrive -. Grazie a tutti gli operatori che sono in prima linea con generosità. Oggi un altro passo concreto nella costruzione della rete contro il coronavirus. Ora avanti in tempi rapidi con l'apertura del Covid3 e Covid4 hospital».

LEGGI ANCHE --> Coronavirus, test del vaccino sull'uomo: volontari tra 18 e 45 anni e senza patologie

Anche l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato, presente questa mattina all'inaugurazione, ha tenuto ringraziare la fondazione policlinico Gemelli «per aver raccolto l'appello lanciato dalla Regione Lazio. Uno sforzo straordinario degli operatori senza precedenti, un sincero ringraziamento e gratitudine a tutti i medici, infermieri e tecnici del policlinico Gemelli e di tutta la rete regionale - sottolinea l'assessore -. Stiamo reclutando in tutto il sistema oltre 600 operatori tra professionisti medici e infermieri. Complessivamente avremo 1500 posti ed oltre 200 di terapia intensiva Covid. Siamo in guerra e dobbiamo combattere, ma alla fine vinceremo», conclude. Da oggi, con l'apertura del Covid hospital 2 Columbus, sono disponibili nel Lazio 58 posti letto di terapia intensiva. Inoltre, come spiegato ieri dall'assessore, c'è una fattibilità concreta e operativa anche per un Covid 3 hospital a Roma sud di 80 posti letto di cui 28 di terapia intensiva come spoke dell'Istituto Spallanzani. Infine, è prevista la riconversione di un'intera torre del Policlinico Tor Vergata con ulteriori 80 posti letto dedicati al Covid-19, derivanti dallo svuotamento del reparto di medicina interna e il trasferimento dei pazienti non dimissibili in altre strutture sanitarie. 

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani