Roberto Rosso, chi è l’assessore regionale del Piemonte arrestato per ‘ndrangheta

Roberto Rosso era da anni una presenza costante nella vita politica torinese. Rosso, assessore della regione Piemonte, è stato arrestato questa mattina per voto di scambio con la ‘Ndrangheta. Nato a Trino Vercellese, di cui è stato sindaco, Rosso entra in politica con la Dc, poi è tra i primi ad aderire al progetto di Silvio Berlusconi con Forza Italia nel 1994. Nel 2001 si candida sindaco di Torino e perde al ballottaggio con Sergio Chiamparino. Nel 2004 è sottosegretario nel governo Berlusconi e poi vicepresidente nella giunta Cota in Piemonte. Nel 2012, durante una diretta radiofonica, racconta di aver ospitato in montanga un consigliere regionale del Piemonte che si faceva firmare le spese per ottenere il rimborso.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani