Il Sudan: «Ridateci la principessa».
La mummia si trova nei Musei Vaticani

Una campagna per ottenere la riconsegna della mummia della principessa kushita Amenirdis I, che gli inglesi donarono ai Musei Vaticani durante il periodo del loro controllo del Paese, è stata lanciata dal Sudan sui social media. Ne dà notizia il quotidiano Al Sudani citando messaggi diffusi via twitter. Amenidris I era la figlia del re kushita Kashta e della regina Pebatima e la sorella dei re Shabaka e Piankhy, della 25/a dinastia kushita, risalente al settimo secolo a C., la stessa che dominò il Sudan con il nome Kush e l' Egitto con quello di Kemet. La principessa fu designata dal padre moglie del dio Amun, e regnò in Egitto dal 714 al 700 a C con il titolo di 'Signora dell'Alto e del Basso Egitto'.

Intanto, in Egitto, sono stati confermati i ritrovamenti archeologici nella necropoli di Al-Assasif.  La missione francese ha ritrovato un sarcofago intanto a sud della città di Luxor. Ecco le immagini del ritrovamento.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri