ROMA

Roma, Rifiuti, la raccolta è con lo smartphone

Venerdì 22 Novembre 2019 di Enrico Valentini
Ad Albano la raccolta differenziata dei rifiuti si fa anche con lo smartphone. Nella città castellana, infatti, da alcuni giorni è attiva la nuova applicazione per telefonini “Junker”, una insolita meraviglia tecnologica, in grado di far approcciare meglio l’utenza con il nuovo corso del conferimento dei rifiuti.
La versione 3.0 della raccolta differenziata riguarda il vasto territorio che coinvolge Albano centro e le popolose frazioni di Cecchina, Pavona e Le Mole, e prevede, dall’anno in corso, la tariffa puntuale, capace di misurare quanto indifferenziato produce ogni singola utenza domestica e commerciale. Adesso, il servizio si arricchirà anche dell’app, scaricabile su smartphone e tablet, che mette a disposizione numerose informazioni, registrate sui software.

Con “Junker”, innanzitutto, si risolvono i dubbi sull’esatto conferimento del rifiuto nel sistema della differenziata: e cioè se il materiale va in un apposito cestino o si getta nel “tal quale”.
Per scoprirlo, basta effettuare una scansione del prodotto e ottenere l’indicazione se sia da differenziare o meno. Tra le altre informazioni utili, oltre al calendario dei giorni di raccolta dei vari rifiuti (plastica, vetro, umido ect) nella propria zona di residenza o di lavoro, si possono consultare anche gli orari di apertura dell’isola ecologica o dei vari uffici competenti. E ancora conoscere l’esatta ubicazione dei punti di raccolta dei contenitori speciali di abiti usati, pile esauste e medicinali scaduti, segnalare in tempo reale situazione di criticità ed essere informati sulle giornate ecologiche per lo smaltimento di vecchi mobili, elettrodomestici e altri materiali ingombranti. 

Infine, se nella banca dati di Junker non dovesse risultare una particolare tipologia di rifiuto basta fotografarlo e inviarlo agli amministratori dell’App. Il Comune di Albano, dopo gli ottimi risultati conseguiti negli ultimi anni, implementati da quest’anno con la raccolta puntuale, “su misura”, del porta a porta, punta adesso ad agevolare ulteriormente gli utenti: l’obiettivo è superare il già lusinghiero 82 per cento di differenziata che la colloca ai primi posti nella Regione Lazio e nel club delle città più virtuose a livello nazionale. Il risultato è stato possibile anche grazie ai controlli serrati della polizia locale e degli addetti della Volsca Ambiente, il gestore del servizio, che lasciano sempre meno spazio ai fenomeni di inciviltà legati a chi non paga la tassa sui rifiuti (la Tarip) e chi non ha proprio voglia di sacrificare pochi minuti per contribuire a migliorare la qualità collettiva della vita. «Il contributo della cittadinanza è stato fondamentale per ottenere risultati eccellenti – spiega il sindaco Nicola Marini - Un impegno individuale e continuo che ci ha permesso anche di abbassare mediamente del 10 per cento la tassa annuale. Sono sempre meno, infatti, le persone che smaltiscono la spazzatura in modo scorretto».  © RIPRODUZIONE RISERVATA