Gb, agli inglesi non piace più il tè: crollano i consumi, al suo posto caffè e tisane

Mercoledì 5 Agosto 2015
1
Tè al latte: una tradizione della cultura inglese
Il tè inglese è in crisi. Una delle più rinomate tradizioni britanniche risulta sempre meno popolare, e c'è chi addirittura prevede la sua estinzione. Secondo uno studio di Mintel, dal 2010 al 2015 la quantità di tè venduta nel Regno ha subito un drastico calo del 22%, passando da 97 milioni di chilogrammi a 76 milioni. Una riduzione di consumi di quasi un quarto nell'arco di soli cinque anni è un dato impressionante, che lascia immaginare una tendenza forse irreversibile. In futuro dunque il dato sembra destinato a peggiorare. Già si fanno stime su un ulteriore calo negli anni a venire: si prevede che si possa scendere a 68,7 milioni di chili entro il 2020.



Ma con cosa i britannici hanno sostituito la loro tipica tazza di tè servita a colazione o nel pomeriggio? Secondo lo studio, a crescere nelle abitudini inglesi è il consumo di caffè, infusi e tisane. Fra le cause di questo fenomeno la diffusione di un certo salutismo fra i consumatori che preferiscono sempre più tisane depuranti e rilassanti alla cara e vecchia bustina di tè nero. Ultimo aggiornamento: 6 Agosto, 22:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La maledizione del marchio dopo il flop di Rome & You

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma