Santa Maria in Trastevere risplende tra angeli e santi: il restauro-evento

Sembrano le città invisibili di Italo Calvino, composte di sogni e desideri, la Betlemme e la Gerusalemme che ora risplendono sulle ali della facciata di Santa Maria in Trastevere, con le loro torri, le mura, le porte possenti scandite con forza prospettica in architetture viola, verdi, gialle e azzurre. Colori e figure perduti nell'oblio del tempo, sotto le devastanti colature di piogge acide e polveri inquinanti, e oggi tornati a far battere il cuore. E non sono i soli, perché l'antica basilica icona del rione...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Nave Ong in attesa di un attracco Salvini: «Malta apra porti a Lifeline» La Valletta: «No. Non ci compete»
Vaccini, Salvini contro l'obbligo «Inutili 10, scuole aperte ai bimbi» No di Giulia Grillo
Dall’epatite al morbillo, la prevenzione è decisiva Anteprima sul Messaggero Digital
Morti lo chef Narducci e un'amica
Uccise la moglie a bastonate, ergastolo al dermatologo Cagnoni