Roma, in coma etilico a scuola: l'alcol comprato in un minimarket

Una bravata, si dice così. In gruppo anzi due gruppi. Poteva accadere a molti altri, più o meno ingenui. In qualsiasi altra scuola della capitale. Ma ora si prova a invertire la rotta. «Controlli più ferrei nei bagni e nel cortile». I ragazzi del Bertrand Russell escono da scuola alla spicciolata, raccontano quel che hanno loro comunicato i prof, «niente più accessi senza libretto, maggiore attenzione a quel che avviene durante la ricreazione», spiega un capannello di studenti del primo anno....

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
M5S: improbabile Conte oggi al Colle
Il mostro del Circeo: «Uccidemmo anche una 17enne sul Trasimeno»
Harvey Weinstein si consegna alla polizia di Ny: «Accusa di stupro» Pagata cauzione di un milione
Papà stuprava la figlia dodicenne, «Così puoi difenderti da chi vuole violentare». Arrestato dai carabinieri
Branco di minorenni stupra una dodicenne nel Napoletano