Rom, il flop del piano per chiudere i campi: «I fondi Ue rischiano di andare persi»

La chiusura dei campi rom deliberata nel 2017 dal Campidoglio? Resta un miraggio. Anzi. La situazione è addirittura peggiorata con la trasformazione, di fatto, del Camping River da struttura autorizzata a un nuovo maxi-insediamento abusivo. Il centro sulla Tiberina doveva chiudere ufficialmente battenti il 30 settembre, invece, solamente una manciata di nuclei familiari ospitati (come prevedibile) è riuscita a trovare un alloggio in affitto dai privati dietro la garanzia del Comune e, così, circa 400 persone, molti minori,...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
«Alfie sta morendo, niente trasferimento in Italia» Il padre: è omicidio, 3 medici sono colpevoli
Liverpool, fermati 2 ultrà romanisti In coma il tifoso dei Reds Video
Tra Concertone e Champions allerta sicurezza nella Capitale L'anteprima sul Messaggero Digital
5 Stelle, Berlusconi evoca Hitler Salvini lo gela: «Meglio tacere»
Scorciatoia 25 aprile compromesso “pratico” per andare al governo