Quella villa sempre di ambasciatori

Bernardo Attolico (1880 - 1942) è stato uno tra i grandi ambasciatori italiani: a Rio de Janeiro, Mosca, Berlino e alla Santa Sede. In Russia e Germania, dal 1930 al 1940, ha giocato ruoli assai importanti. Re Vittorio Emanuele III lo nomina conte. Pure i figli Giacomo e Bartolomeo abbracciano poi, con successo, la carriera diplomatica, in cui l'ultimo Attolico è ora Pasquale, 35 anni. Stando a Mosca, Bernardo vuole una residenza romana confacente al suo stato. A Porta Latina, proprio davanti alla chiesa di San Giovanni, del...

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Ocse: non cancellate la "Fornero"
Rocco Casalino guadagna più di Conte: al portavoce del premier 169.000 euro
Morta Inge Feltrinelli, aveva 87 anni
Bimbo di 10 anni cade e muore travolto dallo scuolabus. Era con la mamma, lei si sente male
Moavero: «Rientra in Italia la giovane trattenuta in Pakistan contro la sua volontà»