Quirinale, Letta: «Martedì o mercoledì nome condiviso da tutti»

«Con i 5 stelle e Leu, insieme possiamo essere incisivi»

Quirinale, Letta: «Martedì o mercoledì nome condiviso da tutti»
Quirinale 2022, Enrico Letta ha aperto l'assemblea dei grandi elettori del Pd per fare il punto della situazione alla vigilia del primo scrutinio per l’elezione del...

Accedi all'articolo e a tutti i contenuti del sito
con l'app dedicata, le newsletter, i podcast e gli aggiornamenti live.

2 ANNI
159,98€
40€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA FLASH
ANNUALE
79,99€
19€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
6,99€
1€ AL MESE
Per 6 mesi
ATTIVA SUBITO
2 ANNI
159,98€
29€
Per 2 anni
ATTIVA SUBITO
OFFERTA FLASH
ANNUALE
79,99€
11,99€
Per 1 anno
ATTIVA SUBITO
 
MENSILE
6,99€
2€ AL MESE
Per 12 mesi
ATTIVA SUBITO

- oppure -

Sottoscrivi l'abbonamento pagando con Google

Tutta l'informazione in un click:
il sito ilmessaggero.it,
l'app dedicata, le newsletter, i podcast
e gli aggiornamenti live

OFFERTA SPECIALE

9,99 € per 1 ANNO

Promo valida oggi per chi paga tramite Google

oppure 1€ al mese per 6 mesi

Quirinale 2022, Enrico Letta ha aperto l'assemblea dei grandi elettori del Pd per fare il punto della situazione alla vigilia del primo scrutinio per l’elezione del Capo dello StatoL'assemblea è stata preceduta da un incontro fra il segretario del Pd  e i ministri Lorenzo Guerini, Andrea Orlando e Dario Franceschini. A quanto riferiscono fonti del Nazareno, Letta avrebbe dettato l'agenda delle strategie parlamentari: «Con i 5 stelle e Leu, insieme possiamo essere incisivi. È un rapporto positivo, costruttivo, che proseguirà in questi giorni. Insieme, oggi abbiamo deciso e comunicato un impegno a parlare con tutte le forze politiche. Un percorso per arrivare martedì o mercoledì a un nome condiviso da tutti», ha detto il segretario.

Dopo due ore di discussione, dal vertice del centro-sinistra (Pd, M5s e LeU) svoltosi satamattina sono uscite due cose: il nome di Andrea Riccardi, ex ministro e fondatore di Sant'Egidio, come possibile candidato di bandiera, ma anche un rafforzamento della candidatura di Mario Draghi se il centrodestra dovesse dargli a sua volta il via libera. «Il mio profilo ideale è Andrea Riccardi, per quello che rappresenta, per ciò che fa, per esperienza istituzionale. È l'unico italiano che ha ottenuto il Premio Carlo Magno, maggiore riconoscimento europeo», ha detto Letta rivolgendosi ai grandi elettori del Pd.  

 

 

Leggi l'articolo completo
su Il Messaggero
L'Aquila, auto parcheggiata in discesa piomba sul cortile dell'asilo: morto bambino, 5 feriti
Aiuti Ue da 300 miliardi. Per lo stop al gas russo più carbone e nucleare
Il mistero dell'acciaieria. «I capi non sono usciti»
L'Azovstal bomba ecologica, i veleni dall’acciaieria finiscono in mare: «Può inquinare il Mediterraneo»
Difesa, primi 500 milioni per gli acquisti in comune: l'Europa si rifà l'arsenale