Quirinale, Letta: «Martedì o mercoledì nome condiviso da tutti»

«Con i 5 stelle e Leu, insieme possiamo essere incisivi»

Quirinale, Letta: «Martedì o mercoledì nome condiviso da tutti»
3 Minuti di Lettura
Domenica 23 Gennaio 2022, 18:35 - Ultimo aggiornamento: 24 Gennaio, 07:00

Quirinale 2022, Enrico Letta ha aperto l'assemblea dei grandi elettori del Pd per fare il punto della situazione alla vigilia del primo scrutinio per l’elezione del Capo dello StatoL'assemblea è stata preceduta da un incontro fra il segretario del Pd  e i ministri Lorenzo Guerini, Andrea Orlando e Dario Franceschini. A quanto riferiscono fonti del Nazareno, Letta avrebbe dettato l'agenda delle strategie parlamentari: «Con i 5 stelle e Leu, insieme possiamo essere incisivi. È un rapporto positivo, costruttivo, che proseguirà in questi giorni. Insieme, oggi abbiamo deciso e comunicato un impegno a parlare con tutte le forze politiche. Un percorso per arrivare martedì o mercoledì a un nome condiviso da tutti», ha detto il segretario.

Dopo due ore di discussione, dal vertice del centro-sinistra (Pd, M5s e LeU) svoltosi satamattina sono uscite due cose: il nome di Andrea Riccardi, ex ministro e fondatore di Sant'Egidio, come possibile candidato di bandiera, ma anche un rafforzamento della candidatura di Mario Draghi se il centrodestra dovesse dargli a sua volta il via libera. «Il mio profilo ideale è Andrea Riccardi, per quello che rappresenta, per ciò che fa, per esperienza istituzionale. È l'unico italiano che ha ottenuto il Premio Carlo Magno, maggiore riconoscimento europeo», ha detto Letta rivolgendosi ai grandi elettori del Pd.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA