16 febbraio 1956 Muore a Roma l'ex ministro ed economista Ezio Vanoni

Muore a Roma Ezio Vanoni, economista e politico. È stato Ministro delle Finanze (1948-1954) e del Bilancio (1954-1956) in parecchi Governi De Gasperi. Nel 1956 è stato insignito della medaglia d'oro al valor civile. 
Nel 1951 è stato uno dei principali fautori della riforma tributaria italiana (che porta il suo nome Riforma Vanoni o Legge Vanoni) introducendo anche l'obbligo della dichiarazione dei redditi.
Morì improvvisamente nel 1956 a causa di un collasso cardiaco, la morte lo colse mentre era sdraiato su un divano dell'ufficio di Cesare Merzagora dopo aver tenuto un discorso al Senato, dove aveva ricordato i motivi ispiratori della sua opera, sollecitando maggiore giustizia per gli umili e i poveri. 
 

Leggi l'articolo completo su Il Messaggero
Outbrain
Il sindaco Raggi: «Ok dal premier a poteri speciali per Roma»
Di Maio: «Reddito di cittadinanza agli italiani»
Il Messaggero compie 140 anni festa a Cinecittà con Mattarella Cusenza: «È la casa dei romani»
Rai, ok cda a Foa per la seconda volta: 4 sì, un no e un astenuto
Parnasi, il tesoriere del Pd indagato per fondi illeciti