Ostia, nuova sparatoria contro la famiglia Spada

di Mirko Polisano
Cinque colpi di pistola nel cuore della notte nel quartiere dei clan. È in corso la guerra tra i gruppi criminali di Ostia. L'ultimo inquietante episodio è avvenuto sabato sera in via Antonio Forni, roccaforte degli Spada.
 
 

 
E sarebbe proprio la famiglia di origine sinti che sul litorale romano gestisce traffici di droga e usura l'obiettivo dell'agguato. I proiettili sono stati sparati contro l'abitazione di un esponente del gruppo criminale. Non ci sarebbero feriti: i bossoli si sarebbero fermati contro il portone blindato dell'abitazione di una appartenente alla famiglia Spada.  Quasi contemporaneamente un altro commando ha preso d'assalto l'abitazione di un cugino di Roberto Spada, il reggente del clan attualmente rinchiuso nel carcere di massima sicurezza di Tolmezzo. Ignoti hanno preso a sprangate e a colpi di mazze di ferro la porta d'ingresso dell'appartamento di via Baffigo, a pochi metri di distanza da via Forni.

Sulla preoccupante scia di intimidazioni sta indagando la polizia di Ostia. 
Come per altri episodi avvenuti negli ultimi giorni a Ostia, anche per quelli di ieri sera indagherà la Direzione distrettuale antimafia di Roma. Domani a piazzale Clodio sarà aperto un fascicolo processuale sulla base delle risultanze indicate dalla polizia e dai carabinieri.
Domenica 26 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 27-11-2017 12:50

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 16 commenti presenti
2017-11-27 17:16:03
e' delinquenziale che abbiano consentito che questi individui spadroneggiassero. Hanno creato una rete di malaffare, dove la maggior parte della gente comune è stata constretta a suburne le conseguenze. Ci vorrebbe qualcuno con gli attibuti e la voglia e determinazione di renderli innocui
2017-11-27 16:09:48
Le pene che ci sono in Italia per chi commette delitti in generale, sono solo ridicole. No parliamo poi delle carceri, che non sono assolutamente luoghi di pena, bensi' di riposo!
2017-11-27 12:12:55
Ma magari si scannano tra di loro così almeno diminuiscono di numero!!!
2017-11-27 07:36:42
anche 1000 poliziotti non servirebbero a nulla se non hanno un ingaggio adeguato .l'ordine non si mantiene con i proclami ma con l'azione e a volte il detto di MAO colpirne uno per educarne 100 risulta valido e non saranno certo dei ragazzi a mettere ordine ,ci vuole ben altro.
2017-11-26 19:29:29
"Cari fedeli" - ha detto quest'oggi il Gesuita Meringato durante la predica domenicale - "i frateli Rom non sono cattivi, sono semplicemente un pochino birbantelli. Perdonateli e da parte mia vi prometto che la prossima domenica andrò ad Ostia e durante la messa somministrerò ai frateli sinti e rom la santa eucarestia, cioè l'ostia"
16
  • 850
QUICKMAP