Agguato a Ostia, le indagini: «Il fratello della vittima era in affari con gli Spada»

di Michela Allegri
Un regolamento di conti tra famiglie rivali, oppure la lotta per spartirsi le piazze di spaccio del litorale romano. Per l'ultima gambizzazione di Ostia in procura scatta l'inchiesta per tentato omicidio aggravato dal metodo mafioso, nello stesso giorno in cui il Riesame conferma il carcere per Roberto Spada per l'aggressione - sempre di stampo mafioso - al giornalista di Nemo. A indagare sono le pm Barbara Zuin e Ilaria Calò, della Dda. E ancora una volta a Ostia si parla di guerra tra clan. Perché una delle vittime...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO:
  • Accesso illimitato agli articoli
    selezionati dal quotidiano
  • Le edizioni del giornale ogni giorno
    su PC, smartphone e tablet
SCOPRI LA PROMO



Sabato 25 Novembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 08:19

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • 30
QUICKMAP