Referendum, «La matita che ho usato era cancellabile»: la denuncia di Piero Pelù

"La matitia che ho usato per votare era cancellabile". L'accusa su Facebook arriva da Piero Pelù. L'artista si è recato al seggio per il Referendum Costituzionale e ha fotogratato la scheda denunciando la "cancellabilità" delle matite utilizzate dentro le cabine per il voto. 

 

Piero Pelù ha successivamente presentato regolare denuncia alle forze dell'ordine. Il post pubblicato su Facebook è diventato in pochissimo tempo virale scatenando l'ira del web. 
Domenica 4 Dicembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 15:24

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2016-12-05 19:58:26
Poveretto. Avrebbero dovuto dargli una multa per aver usato il cellullare, ma nessuno ha osato farlo ovviamente.
2016-12-05 15:45:39
Al seggio 1255 della garbatella si cancellava eccome!
2016-12-05 15:44:51
Al seggio 1255 della garbatella si cancellava eccome!
2016-12-05 13:20:18
io per votare ho dovuto calcare più volte perchè la matita lasciava un segno invisibile, questa cosa è stata lamentata da molte persone..bisognerebbe indagare, non vorrei che per vincere avessero fatto..matite false
2016-12-05 11:00:25
C'è chi non rinuncerebbe a fare una figura da cioccolataio per nessuna ragione al mondo. "Matita non cancellabile" è una semplificazione: in effetti non è cancellabile senza lasciare traccia evidente e non occultabile. Lo si vede anche nel foglietto esibito. Ma per sapere questo necessitano conoscenze di "altissima raffinatezza" e "elevata tecnologia" che non possono essere evidentemente alla portata di chicchessia.
7
  • 5,6 mila
QUICKMAP