Ruby ter, Palazzo Chigi parte civile contro Berlusconi: tra i testimoni della difesa Barbara d'Urso e Gelmini

Karima el Mahroug
La presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresentata dall'avvocatura dello Stato con il legale Gabriella Vanadia, ha presentato richiesta di costituzione come parte civile nel processo, iniziato stamani, a carico dell'ex premier Silvio Berlusconi accusato di corruzione in atti giudiziari per il caso Ruby ter.

Il reato contestato al leader di FI, infatti, vede tra le persone offese anche la presidenza del Consiglio in rappresentanza del Ministero della Giustizia. Il processo è stato rinviato al 3 luglio. Per Berlusconi la Procura ha dichiarato la chiusura indagini nei giorni scorsi.

Tra i circa ottanta testimoni indicati nella lista presentata dalla difesa di Silvio Berlusconi nel processo ci sono alcuni nomi 'sconosciutì di persone che, come ha spiegato anche il legale Federico Cecconi, l'ex premier ha aiutato nel corso della sua vita. E sempre tra i testi, tra gli altri, figurano anche la conduttrice tv Barbara D'Urso e l'ex ministro e coordinatrice lombarda di Forza Italia, Mariastella Gelmini.

Tra i testimoni (sulla lista depositata dovranno poi esprimersi i giudici) anche alcune ragazze, una decina in tutto ma mai coinvolte nel procedimento, i cui nomi erano spuntati dagli atti dell'indagine mesi fa per aver ricevuto anche loro bonifici mensili, tra cui Tiziana Buldini, Carolina Campioli, Maria Letizia Cioffi e altre. Tra i testimoni anche Susanna Petrone, conduttrice tv; il ragioniere di fiducia dell'ex premier, Giuseppe Spinelli; il capo dell'ufficio legale di Mediaset, Pasquale Straziota e il medico personale Alberto Zangrillo.
Mercoledì 5 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 06-04-2017 08:35

© RIPRODUZIONE RISERVATA
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 7 commenti presenti
2017-04-05 20:05:38
Non ci sono dubbi, Berlusconi riceverà un avviso di garanzia anche quando sarà deceduto....
2017-04-05 19:19:23
E' semplicemente vergognoso il comportamento di un leader politico cui piace "divertersi", stando alle accuse dei procuratori, con una minorenne: Se poi questo leader ha la faccia tosta di volere rappresentare l'area moderata del Paese, la vergogna assume toni di enorme disgusto. Ma il personaggio in questione, forte dei suoi poteri mediatici e finanziari ha tanti fedeli seguaci che sanno proteggerlo e sostenerlo contro le accuse che gli vengono mosse. Il berlusconismo per ciò che resta di F.I. è un dogma irriducibile. Il culto della personalità nei confronti dell'ex cavaliere è un'espressione che anima pervicacemente i reduci dell'epopea forzista
2017-04-05 17:51:39
Anche la D'Urso e la Gelmini? Mi pareva che non ci fossero! Ottanta testimoni che erano tutti li' a guardare. Ma quando la finirà di non stupire.
2017-04-05 13:11:32
Le Susanne e il vecchione
2017-04-05 11:57:59
testimoni oculari? ma va laa..."na mano lava l'altra", povera italia, come da sei mal ridottta, dentro e fuori dei palazzi. Aveva ragione quel vecchio che alla fine della seconda guerra mondiale disse: "abbiamo eliminato un male ma...ne risorgera' un'altro ancora 1000 volte peggiore".
7
  • 533
QUICKMAP